I 30 anni del web

computer

Data da ricordare il 12 marzo 1989, il giorno in cui il ricercatore Tim Berners-Lee propone al suo capo un nuovo modello di gestione dell’informazione al CERN. L'idea, definita allora MESH e rivelatasi geniale era di unire ipertesto e internet in un solo sistema, in questo modo l’accesso alle informazioni in ambito accademico sarebbero state rapide ed immediate. Il sistema è stato poi rilasciato in dominio pubblico solo nel 1993 quando prende il nome di WORLD WIDE WEB e si ampia notevolmente grazie al contributo di centri di ricerca, programmatori e partners commerciali come Netscape Communications. Alla fine del 1993 erano, in tutto il mondo, 500 i server che generavano l’1 per cento del traffico di Internet. Nel discorso di celebrazione dei 30 anni dell’invenzione , Berners-Lee, il ricercatore che l'ha scoperta ha dichiarato la sua volontà di sviluppare ancora di più questo sistema. Ha affermato infatti: “la metà del mondo oggi usa il web, dobbiamo portare l’altra metà on line e cambiare le cose per chi già c’è” sottolineando la volontà di dare agli utenti il pieno controllo dei propri dati.
Berners-Lee oggi è fondatore e presidente del WORLD WIDE WEB CONSORTIUM (W3C) ente per la promozione di internet e dell’associazione WORLD WIDE FOUNDATION che ha lo scopo di rendere libero e accessibile internet nel mondo.

Giuseppina Gagliardo