AlpAirri Aversa

Vince nel miglior modo possibile l’Alp Airri Aversa contro l’Ottavima, conquistando l’intera posta in palio con un deciso 3-0. Sono stati tre set equilibrati, in cui le aversane non hanno fatto mancare quell’andamento altalenante che spesso ha condizionato negativamente le passate prestazioni. Questa volta, però, nei momenti cruciali del match e uscito fuori il giusto cinismo. Coach Narducci schiera nel sestetto di partenza Gargiulo e Schiattarella schiacciatrici, Chianese e Grieco centrali, Colle palleggiatrice e Misceo opposto; libero Petrella. Mastroianni, Iovino, Galluccio, Di Francesco, Cipullo e il secondo libero Palazzo, pronte a dare il loro apporto. Nel primo set nessuna delle due squadre prende il largo in maniera decisa. Si prosegue punto a punto sino a raggiungere il 24-23 per l’Alp. Misceo va in battuta e pone fine al parziale con un servizio ingestibile per la ricezione delle napoletane (25-23). L’avvio del secondo set è nettamente di marca aversana. Un 6-0 che costringe l’allenatore dell’Ottavima a chiamare time-out. Le padrone di casa sono in pieno controllo del match. Ottengono il massimo vantaggio di ben 12 punti ma, com’è spesso capitato in questa stagione, in vista del traguardo hanno il braccino corto e consentono alle ospiti di arrivare a -1 (22-21). Coach Narducci prova a scuotere il roster normanno con alcuni cambi, facendo entrare Di Francesco e Cipullo. L’Alp reagisce al ritorno ospite e sul filo di lana va a due nel punteggio dei set, grazie al diagonale vincente di Misceo (25-23). Nel terzo set Aversa parte con l’handicap del cartellino rosso inflitto per le proteste a coach Persico, secondo di Narducci. L’Ottavima ne approfitta per portarsi immediatamente sull’1-6. Il sestetto napoletano arriva sino a +7 di vantaggio. Le aversane non si perdono d’animo e, dopo un lungo inseguimento, raggiungono la parità a quota 20. Immediato sorpasso e tre match-ball per capitan Gargiulo e compagne. Ne basta uno all’Alp Aversa per mettere la parola fine alla partita, con la cattiva difesa dell’Ottavima che sancisce il conclusivo 25-21. «Una partita all’apparenza vinta con semplicità, – afferma il patron Gianni Apicella – ma sono stati tre set tirati. Ad un certo punto ha avuto paura di rivedere le stesse partite in cui abbiamo vinto per 3-2. Però le ragazze hanno reagito bene ai momenti di difficoltà, sono state brave e ciniche. I tre punti sono importanti perché adesso ci aspetta un tour de force contro le migliori squadre del girone». Discorso in apparente controtendenza per coach Narducci. «Potevamo fare meglio, senza rischiare nei tre set e vincerli in maniera più netta. Del risultato sono naturalmente soddisfatto, ma posso sembrare incontentabile quando dico che, per come abbiamo affrontato la partita, ero più compiaciuto dopo il punto di Pomigliano o le nostre vittorie per 3-2. Detto questo sono tre punti fondamentali, che ci permettono di proseguire il campionato con maggiore tranquillità».