libri pixabay

Si è tenuto nei giorni 20, 21 e 22 marzo, il concorso letterario “Scripta et Ager”, organizzato dalla giornalista Maria Teresa Perrotta con la collaborazione dell’associazione culturale “La Cruna”, presieduta dallo scrittore Osvaldo Frasari.

Il progetto è stato patrocinato da 19 Comuni dell'Aversano, appoggiato anche dall’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, dall’Ordine degli Avvocati di Aversa, ha selezionato 15 autori del territorio, esaminando di ognuno la propria opera. Tra i partecipanti, diversi autori della casa editrice “Gnasso Editore”, quali Luigi Intelligenza e Giuseppe Sagliano con “Solo un Prete”, Carla Caputo con “A luci spente”, Miriam Corongiu e Vincenzo Tosti con “Cercate l’antica madre” e Maurizio Russo con “Tre settimane a Natale”.

I primi due giorni, tenutisi presso il Palazzo Ducale di Parete, hanno dato possibilità agli autori di presentare le proprie opere analizzate da una giuria di esperti. La premiazione si è svolta nel Salone Romano del teatro Cimarosa di Aversa. In palio tre premi: al primo classificato una borsa di studio pari a 1000 euro, mentre per il secondo ed il terzo classificato una targa di riconoscimento. Premi tutti finanziati da uno sponsor privato. 

Grande soddisfazione per la casa editrice “Gnasso”, poiché ben quattro dei suoi autori con i loro testi si sono aggiudicati il podio. Miriam Corongiu e Vincenzo Tosti hanno conquistato il primo posto; Luigi Intelligenza e Giuseppe Sagliano il terzo. “Avevamo in mente - affermano gli editori della Gnasso - un’editoria di qualità e, forse, ci siamo riusciti”.