Raffale Arcella bypass gastrico la moglie

Raffaele Arcella, 29enne originario di Caivano ma residente a Crispano, ha perso la vita lo scorso sabato in seguito ad un bypass gastrico. Il giovane dopo un lungo calvario tra interventi e rianimazione, è morto lasciando familiari ed amici nello sconforto.

Il 29enne aveva deciso di sottoporsi, lo scorso 28 marzo, al bypass gastrico presso una nota clinica di Ottaviano, con l'obiettivo di perdere peso e ritornare in forma, in vista del battesimo del figlio.

Subito dopo l'intervento purtroppo, le condizioni del paziente si sono aggravate progressivamente, si sono infatti, manifestate complicanze con febbre alta e difficoltà respiratorie. I medici della clinica hanno deciso così, di sottoporre Raffaele ad un secondo intervento con scarsi risultati. Successivamente il 29enne è stato trasferito d’urgenza al reparto di rianimazione del Policlinico II di Napoli, dove i medici hanno provato un ultimo disperato tentativo, sottoponendolo ad un’altra operazione per salvarlo. Il tentativo è stato invano, e Raffale si è spento nel pomeriggio.

La vicenda è stata denunciata dalla famiglia del giovane, che chiede giustizia ed intende sapere tutta la verità sulle reali cause del decesso ed eventuali responsabilità. Sulla tragica vicenda, la procura di Nola ha aperto un’inchiesta. La cartella clinica è stata sequestrata e il cadavere sottoposto all'esame autoptico.

“Voglio giustizia per mio figlio - ha dichiarato la moglie di Raffale a 'Pomerggio Cinque' -. Il mio bambino ha solo otto mesi ed è rimasto senza un padre senza una spiegazione. Voleva dimagrire, domenica prossima avremmo battezzato il nostro bimbo e lui voleva essere in forma. Io non ero d’accordo”.