Corriere di Aversa e Giugliano

::Reg. Trib. Parma 12.05 .:. Direttore Editoriale: ESTER PIZZO

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Aversa Normanna, due comproprietà con la Roma

E-mail Stampa PDF
L’Aversa Normanna ha rilevato la comproprietà di due calciatori provenienti dalla Primavera della Roma, Guido Giannotta ed Emiliano Massimo. Giannotta, difensore nato il 4 Marzo del 1990, nella stagione appena conclusa è stato uno dei cardini del reparto arretrato della formazione giallorossa guidata dal tecnico Alberto De Rossi. «Sono molto contento di essere un giocatore dell’Aversa Normanna – commenta il terzino destro – per me sarà un onore vestire questa maglia. Il presidente Spezzaferri, il direttore generale Cecere ed il direttore sportivo De Vito mi stanno dando una grande chance che sfrutterò nel migliore dei modi per me e per il mio futuro calcistico. Sono approdato in una società seria, che mi ha sorpreso favorevolmente e con cui condivido pienamente la politica della linea verde. Sono molto entusiasta di onorare questa società e questa maglia». Massimo, centrocampista con vocazione di regista, nato a Roma l’11 Ottobre del 1989, è stato il faro della mediana della primavera giallorossa nella scorsa stagione 2008/2009, dopo un’adolescenza trascorsa tra le fila della Nuova Tor Tre Teste, dalla stagione 2005/2006 veste la casacca giallorossa, lavorando sodo e imponendo sempre più il proprio carattere ed il proprio gioco che lo hanno trasformato in un elemento di spicco della formazione di Alberto De Rossi. Con grande entusiasmo, Emiliano Massimo fa il suo ingresso nel mondo granata: «Non vedo l’ora di giocare – esordisce – sono veramente contento di essere un giocatore dell’Aversa Normanna. Sono inorgoglito dalle attenzioni e dal forte interessamento che la dirigenza aversana ha mostrato nei miei confronti e ripagherò nel migliore dei modi la fiducia accordatami, dando sempre il massimo in campo. Sono approdato in una società che mi è da subito apparsa forte e sana, ma soprattutto in una società composta da persone che sanno fare calcio e lo amano incondizionatamente. Inizio con grande entusiasmo la mia nuova avventura come giocatore dell’Aversa Normanna».

Nella foto sopra Giovanni Spezzaferri con Bruno Conti

Cerca sul web