Pagina Attualità

Giugliano: ragazzini fanno sesso tra i rifiuti, la denuncia dei cittadini

Alcuni minori sono stati beccati in via Vicinale Gianfelice, nei pressi di via Oasi S...
Giugliano: ragazzini fanno sesso tra i rifiuti, la denuncia dei cittadini

Aversa: rapina con sparatoria in Via Mancone, derubato noto imprenditore. Una Passante si sente male

Oggi intorno alle ore 12.30 alcuni delinquenti hanno messo a segno una rapina a mano armat...
Aversa: rapina con sparatoria in Via Mancone, derubato noto imprenditore. Una Passante si sente male

Incidente mortale a Cassino: coppia di Aversa travolta da un automobilista ubriaco e senza patente

Sabato pomeriggio, intorno alle ore 16.00, un tragico incidente stradale si è verific...
Incidente mortale a Cassino: coppia di Aversa travolta da un automobilista ubriaco e senza patente

Il boss Nicola Zara di nuovo sotto processo a Parma

Il boss del Clan dei Casalesi Nicola Zara, 66 anni, è di nuovo sotto processo a Parma per...
Il boss Nicola Zara di nuovo sotto processo a Parma

Morte Fortuna Loffredo. Caputo ammette abusi sull'amichetta della vittima e accusa l'ex dell'omicidio

Marianna Fabozzi Raimondo CaputoIeri, Raimondo Caputo, detto "Titò", accusato di avere ucciso il 24 giugno del 2014,  Fortuna Loffredo, la bambina di 6 anni lanciata dall'ottavo piano del palazzo dove abitava, nel parco Iacp di Caivano, si è dichiarato disposto ad ammettere di avere abusato sessualmente dell'amichetta del cuore di Chicca, figlia della sua ex compagna, Marianna Fabozzi (accusata nello stesso processo di aver coperto le presunte violenze di Caputo ad almeno una delle sue figlie -ndr).

L'uomo, che risponde, oltre che dell’omicidio di Fortuna, anche di abusi sessuali sia nei confronti della bambina uccisa, sia ai danni di tutte e tre le figlie della sua ex, dopo aver fatto outing, è tornato ad accusare l'ex convivente e ha ribadito di non essere lui l'assassino di Chicca. Caputo durante l'udienza ha dichiarato: “Dottò, sono un ladro e qualche volta ho toccato l’amica del cuore di Fortuna”, poi ha anche riferito le modalità dell'assassinio della bimba. Secondo quanto ha affermato l'imputato "Marianna l'avrebbe afferrata per i piedi, graffiandola, e poi gettata giù. Le sarebbe rimasta in mano la scarpetta di cui poi si sono perse le tracce."

Il colpo di scena è avvenuto mentre l’aula del Tribunale si svuotava, dopo la sospensione dell’udienza dovuta allo sciopero della Camera penale di Napoli. L'amichetta di Fortuna Loffredo, vittima degli abusi sessuali sarebbe la principale accusatrice di Titò in questo processo. Caputo parlerà di nuovo nella prossima udienza del 2 maggio. 

RAIMONDO CAPUTO ACCUSA LA COMPAGNA DELLA MORTE DI FORTUNA LOFFREDO: «L'HA BUTTATA GIÙ, COME SUO FIGLIO»

OMICIDIO FORTUNA LOFFREDO: COLPO DI SCENA AL PROCESSO, SUPERTESTIMONE FINISCE SOTTO ACCUSA

MORTE LOFFREDO: IL PADRE DELLA BIMBA NON SI COSTITUISCE PARTE CIVILE CONTRO IL PRESUNTO ASSASSINO DELLA FIGLIA