Sant’Antimo: “Rosa Di Domenico è stata rapita”. Ricercato Alì Quasib

rosa di domenico velo

Si è giunti ad una svolta grazie alla trasmissione "Chi l’ha Visto?", che si è attivata per trovare Rosa Di Domenico, la 15enne scomparsa da Sant’Antimo lo scorso 24 maggio. Alle telecamere del programma investigativo, la mamma della ragazzina ha dichiarato: “Sono sicura che Rosa è stata rapita, non può essere scappata e andata via all’improvviso”.

 La donna ha ribadito che la figlia sarebbe stata costretta ad allontanarsi, e dopo la scomparsa di Ali Quasib, anche gli investigatori hanno focalizzato l'attenzione sulla storia tra il 28enne e la giovane santantimese. 

Da quanto è emerso la ragazzina intratteneva una conversazione con il pakistano, su whastapp e con quel ragazzo molto più grande di lei aveva scambiato anche delle foto. Recentemente, la 15enne aveva cambiato il suo modo di fare, aveva iniziato ad indossare il velo e a leggere il Corano.

Secondo la mamma, Rosa conosceva e frequentava da almeno due anni, cioè da quando aveva solo 13 anni, Alì, e l'uomo nonostante vivesse a Brescia era stato avvistato diverse volte a Sant’Antimo, dove avrebbe potuto contare su alcuni appoggi. Negli ultimi due anni la madre di Rosa era stata insospettita da alcuni atteggiamenti della figlia, che oltre a leggere Il Corano, aveva iniziato a non mangiare più la carne e ad andare a letto molto presto.

Ad allertare inizialmente la donna sarebbe stato anche un avvertimento di una compagna di classe: “Vostra figlia frequenta un vecchio”. La conferma la donna la ebbe quando rispondendo un giorno al telefono della figlia udì la voce di uomo, che le disse: “Io mi prenderò tua figlia“. Il padre spaventato, cominciò ad indagare nella vita della 15enne e, frugando sul suo smartphone, scoprì alcune foto “particolari”, che sarebbero state scattate sotto pressioni del pakistano, tra cui anche una con il velo. Una circostanza, questa, confermata anche dalla dirigenza della scuola di Rosa, che lo scorso ottobre convocò la famiglia perché preoccupata dagli atteggiamenti e dalle foto apparse sul cellulare della giovane studentessa.

Da quell'episodio partirono ben tre denunce sporte dalla famiglia della ragazzina al Commissariato di Frattamaggiore, per cercare di fermare il 28enne. Rosa venne ascoltata dagli agenti di Polizia, confermando di essere minacciata e plagiata dall'uomo. La giovane temeva che se avesse rotto i rapporti con il pakistano, avrebbe rischiato la vita così come i suoi genitori. L’epilogo di questa vicenda si ha il giorno della scomparsa, il 24 maggio scorso “Rosa, a differenza delle altre mattine,- dichiara la mamma - prima di andare a scuola non si era truccata, ha messo soltanto un po’ di ombretto sugli occhi. La sera chiamò a casa della compagna di classe dove sarebbe dovuta andare a pranzo, ma Rosa lì non c’è mai stata. Così come non è mai stata a scuola”.

Un retroscena, questo, che per paura la donna aveva tenuto fino ad ora nascosto durante le apparizioni in tv, ma che ha deciso di raccontare perché teme possa accadere qualcosa alla figlia.

Intanto, gli investigatori continuano a seguire due piste: quello dell’allontanamento volontario e quello del rapimento. La svolta per ritrovare Rosa, in entrambi i casi pare sia legata alla figura di Alì Quasib. 

SANT’ANTIMO: NOVITÀ SULLA RAGAZZINA SCOMPARSA. ROSA HA CONOSCIUTO UN RAGAZZO PAKISTANO IN CHAT

SANT'ANTIMO: ROSA SCOMPARSA NEL NULLA. SI CONTROLLANO LE CHAT DELLA RAGAZZINA

SCOMPARSA DA SANT'ANTIMO DA UNA SETTIMANA, ROSA DI DOMENICO RIPRESA DALLE TELECAMERE. ECCO LE NOVITÀ

SANT’ANTIMO: 15ENNE SPARITA NEL NULLA. L’APPELLO DEI GENITORI: "AIUTATECI A TROVARLA"