Gircignano di Aversa. Gli amici del migrante sparato: «Non è stata legittima difesa»

Alagiee Bobb Carmine della GattaGli amici di Alagiee Bobb, il 19enne del Gambia sparato in bocca venerdì scorso da uno dei soci della struttura di accoglienza "La Vela" di Gricignano di Aversa, hanno fatto sapere che il giovane sarebbe stato colpito mentre era a terra.

Secondo gli stranieri dunque, non  si sarebbe trattato di legittima difesa. Inoltre, i migranti denunciano anche le pessime condizioni in cui erano costretti a vivere, sottolineando che Alagiee avrebbe avviato la protesta incendiando la sua stanza, poiché la stessa era ricavata da un bagno esistente.

Intanto, Carmine Della Gatta l'imprenditore 43enne che sabato si è costituito in caserma ha fornito una versione differente ed il suo legale ribadisce che l'uomo è stato costretto a sparare poiché pestato a sangue dal giovane gambiano. Della Gatta che si trova in carcere, dovrà difendersi adesso dalle accuse di tentato omicidio.

GRICIGNANO D’AVERSA: SPARA MIGRANTE CHE LO PESTAVA, ARRESTATO

GRICIGNANO DI AVERSA: INCENDIA STANZA CENTRO ACCOGLIENZA, SPARI CONTRO IMMIGRATO. RISCHIA LA VITA