Falsi invalidi indagati, l'Inps ringrazia gli inquirenti

Finanza

In un comunicato stampa, l’INPS ha ringraziato la Procura della Repubblica di Aversa e la Guardia di Finanza per un’operazione che ha condotto alla scoperta di un sistema fraudolento che aveva consentito a circa ottanta persone di ottenere falsi riconoscimenti di invalidità.

L’Inps dichiara di aver collaborato attivamente all’attività investigativa condotta dalla Guardia di Finanza di Aversa, anche mediante l’invio dalla Direzione generale di un’apposita Commissione medico-legale che ha permesso di revisionare riconoscimenti sprovvisti dei requisiti necessari e di revocare benefici non dovuti.

L’attività investigativa, continua il comunicato, ha portato a una serie di ordinanze di misura cautelare, fra cui una nei confronti di un medico, già collaboratore esterno dell’Inps di Caserta, col quale la Direzione regionale Campania aveva interrotto la collaborazione sin dallo scorso mese di luglio.